Il walkie talkie: qual è la distanza massima?

Una delle comunità più importanti che il walkie talkie offre è la possibilità di comunicare a distanza. Ti sarai quindi sicuramente chiesto quale sia il limite massimo che il campo d’azione di un walkie talkie possa coprire. Scopriamolo insieme!

Il walkie talkie e la sua distanza

Per permetterti di comunicare a distanza, il walkie talkie sfrutta le one radio. Queste caratteristiche gli permette di essere usato in diversi ambiti, offrendo quindi un servizio completo in molti contesti.

Nel considerare la distanza massima di trasmissione, devi anche tenere in considerazione eventuali ostacoli. I fattori indicati sulle schede tecniche dei prodotti, infatti, si rifanno solo in condizioni di linea d’aria, quindi senza ostacoli ambienti.

Il walkie talkie più semplice copre una distanza di circa 500 metri, che risulta comunque discreta in molti ambiti. Ci sono comunque modelli più professionali, il cui raggio d’azione può addirittura superare anche i 50 km. Si tratta di modelli comunque più professionali, usati spesso dalle forze dell’ordine o comunque per altri impieghi in cui sono necessarie prestazioni eccellenti.

Come già accennato, l’eventuale presenza di palazzi o altri ingombri può danneggiare e diminuire il raggio d’azione del walkie talkie. Questo significa che dovresti fare attenzione anche gli ostacoli naturali, come ad esempio le montagne. Non a caso gli escursionisti puntano sempre ad un walkie talkie dall’ampio raggio d’azione che possa quindi coprire grandi distanze.

Va comunque sottolineato che, secondo la legge italiana, il walkie talkie che copre almeno un raggio d’azione di almeno 10 km può essere usato solo in presenza di una particolare licenza. In caso contrario, potresti ricevere una multa e non essere più in grado di usare il walkie talkie.

Tenere in considerazione la portata massima del walkie talkie è essenziale per scegliere un modello perfetto per le tue esigenze.